visual-intervista-triptoilet_2.jpg

TripToilet – l’app per trovare il miglior servizio igienico più vicino a noi

Questa settimana abbiamo intervistato Massimo Gaddi, CEO di TripToilet: app che aiuta ad individuare la qualità e la pulizia dei servizi igienici più vicini alla nostra posizione.

Vi è mai capitato di aver bisogno di un bagno mentre siete per strada? La risposta appare scontata un po meno, invece, l’esito della ricerca: spesso non si riescono a trovare dei servizi igienici accettabili. Da questo “bisogno” Massimo Gaddi, ed il suo team, hanno creato un’applicazione in grado di segnalare la qualità, e la pulizia, dei “bagni” più vicini alla nostra posizione. L’app non si limita a segnalarci ubicazione e stato del servizio igienico più vicino ma fa molto altro come ad esempio raccogliere le segnalazioni, e valutazioni, degli utenti e inviare una notifica nel momento in cui ci si trova in prossimità di bagni, pubblici o meno, in ottimo stato o con valutazioni particolarmente alte. Per approfondire il tutto abbiamo intervistato uno dei suoi fondatori.

Da dove è nata l’idea che vi ha portato a sviluppare la vostra app?

L’idea di realizzare un’app come Triptoilet è nata da una necessità: nei viaggi fatti insieme a famiglia ed amici ho sempre riscontrato la difficoltà di trovare un bagno che rispetti i minimi standard di pulizia.

Quali sono i bisogni che volevate soddisfare con la realizzazione della vostra piattaforma?

Con Triptoilet volevamo soddisfare la necessità dei viaggiatori di usufruire di un riferimento di qualità sul livello di pulizia dei bagni pubblici ma non solo; informare anche se i bagni sono utilizzabili dai disabili, se hanno il fasciatoio per cambiare i bambini, se sono a pagamento, gratuiti oppure se è gradita la consumazione.

Potresti descriverci i vostri obiettivi ed i traguardi che vorreste raggiungere?

Il nostro traguardo è di diventare uno dei punti di riferimento a livello mondiale per la ricerca di bagni pubblici di qualità. In fondo il bagno è il miglior biglietto da visita di un locale.

immagine-intervista-triptoilet_2Quali sono i vostri scenari futuri? Come pensate di sviluppare ulteriormente il vostro business? Qualche partnership con grossi player, magari enti o aziende legate al monto del turismo?

In futuro abbiamo un progetto molto interessante: stiamo realizzando un prototipo di una serratura elettronica da applicare sulle porte dei bagni che viene aperta tramite l’applicazione Triptoilet. Quindi, in tutte le parti del mondo, i bagni – a pagamento oppure gratuiti – saranno aperti semplicemente usando il proprio Smartphone.

Luca CavinaTripToilet – l’app per trovare il miglior servizio igienico più vicino a noi

Join the conversation