conciapelli-lavori-più-brutti.jpg

Conciatore di pelli: l’addetto alla preparazione delle pelli

Il conciatore di pelli è un mestiere antico e che viene praticato ancora oggi.  In passato i conciatori facevano parte della categoria degli artigiani ed il loro compito consisteva (probabilmente lo sapevate già) nello scorticare e conciare le pelli e il cuoio. I conciatori venivano generalmente definiti come ‘addetti alla preparazione delle pelli’.


Perché viene considerato uno dei peggiori mestieri della storia? Vediamolo insieme.

Per lavorare, i conciatori di pelli, necessitavano di carcasse di animali da cui ottenere le pelli.

Come ben saprete gli animali morti facevano puzza, in più si aggiungevano gli odori degli scarti di lavorazione e soprattutto dei prodotti per la concia a contatto con le pelli. Tutti questi odori creavano un mix nauseabondo. Ma i conciatori non solo dovevano sopportare ogni giorno la puzza: il lavoro che dovevano svolgere per trasformare le pelli in suole, tomaie e vestiti richiedeva anche mesi di dura attività fisica.

Dopo aver messo a mollo le pelli con la calce per un mese con lo scopo di non farle imputridire passavano tutti i giorni a raschiarle con un coltello ricurvo. Da una parte eliminavano il pelo e dall’altra il grasso.

 

Chi erano i conciatori più bravi e famosi?

In passato i conciatori più famosi erano quelli veneziani, detti ‘scorzeri’. A causa degli odori della lavorazione furono costretti a spostarsi sul’isola di Giudecca.

 

CONCIAPELLI-PELLI-SCORZERI

 

I conciatori di pelli oggi.    

Oggi la figura del conciatore può essere definita completa: si occupa della selezione e dell’acquisto delle materie prime, della vendita della pelle e della cura del cliente.

Fare il conciatore richiede molte competenze, come quelle chimiche (infatti molti dei processi della concia si basano sulla chimica) e quelle dei vari tipi di pellami, delle loro caratteristiche e qualità (ci sono tante tipologie di pelli e processi lavorativi diversi), oltre che quelle pratiche. La formazione che si può ricevere nelle scuole specializzate insegna le nozioni di base per fare il conciatore ma quello che fa la differenza è l’esperienza sul campo.

Il conciatore di pelli è quindi un mestiere in cui l’esperienza è fondamentale, una professione in cui manualità, competenze tecniche, tecnologiche e commerciali si tramandano di generazione in generazione.

 

PELLI-CONCIAPELLI

Guarda l’articolo precedente sui 10 mestieri più brutti della storia: lo svuotapozzi.

Sara PedronConciatore di pelli: l’addetto alla preparazione delle pelli

Join the conversation