Personal-Shopper.jpg

Personal Shopper

Il lavoro di un personal shopper è strettamente legato alla città in cui vengono svolti gli acquisti. Pertanto, ogni personal shopper è tenuto a conoscere i mercatini, gli outlet e i negozi di alta moda.

Personal Shopper? Ecco chi è

Probabilmente non sai di chi si tratta ed è normale, poiché la figura del personal shopper è una figura professionale completamente nuova che opera prevalentemente nel campo della moda e dell’abbigliamento. Molto spesso le persone che lavorano nel settore vengono collocate nel mondo dell’alta moda e dei vari atelier prestigiosi. Le sue funzioni principale è offrire numerosi consigli sugli acquisti da svolgere, ma effettua anche le compere di vario tipo. Può, dunque, acquistare i vestiti, gli oggetti arredamento oppure i regali. In tutto questo è davvero importante che tale professionista si occupi di tutto ciò che riguarda lo stile, in quanto tutte le sue azioni devono rispettare delle determinate scelte stilistiche della persona per la quale si lavora. Se volessi diventare un personal shopper, quindi, dovresti restare costantemente aggiornato su tutto ciò che riguarda il campo della moda e dello stile imparando a conoscere fino ai minimi dettagli i gusti stilistici della persona che ti ha offerto il lavoro. Quindi si tratta di una specie di un consulente per gli acquisti che, però, svolge anche altre mansioni: svolge le compere o accompagna il cliente nei vari negozi. Si tratta di una figura professionale nata da pochissimo che, oltre a essere già ampiamente diffusa nei grandi Paesi industrializzati (USA e Regno Unito prima degli altri), è già massicciamente presente nelle più grandi città italiane, come Milano, Firenze, Torino e Roma. In tutti i casi il personal shopper deve condire tutto il suo lavoro con tanta gentilezza a una gran cortesia, oltre a dei gusti ben curati e raffinati.

Quali sono le competenze da possedere?

Il lavoro di un personal shopper è strettamente legato alla città in cui vengono svolti gli acquisti. Pertanto, ogni personal shopper è tenuto a conoscere i mercatini, gli outlet e i negozi di alta moda. Se non si conoscono questi particolari, difatti, svolgere il lavoro nel migliore dei modi diventerà pressoché impossibile. Altresì bisogna avere un buon rapporto con le più famose boutique della propria città in modo da avere accesso a dei prezzi estremamente bassi. A tutto questo si aggiunge una certa conoscenza legata alle lingue straniere, in quanto spesso si ha a che fare con dei clienti stranieri. Bisogna, quindi, essere in grado di comunicare anche in inglese o in francese. Infine bisogna ricordarsi anche di tutto ciò che riguarda un’altra possibilità particolare: accompagnare i clienti a una vasta gamma di eventi svolti nel settore della moda e/o garantire ai propri datori di lavoro la possibilità di accedere liberamente agli stessi.

Come diventare un Personal Shopper?

Oltre ad avere una naturale passione per tutto ciò che riguarda il settore dell’alta moda e dello shopping, bisogna frequentare un apposito corso di formazione che in Italia viene organizzato da una vasta gamma di scuole private, ormai presenti su tutto il territorio italiano. Sfortunatamente non esistono delle strutture pubbliche che svolgono dei corsi di formazione indirizzati alla pratica della professione del Personal Shopper, ma ogni interessato può frequentare le varie scuole di moda e di design approfondendo le competenze specifiche della professionale grazie a dei percorsi formativi di natura secondaria.

mirco.tegliaPersonal Shopper

Join the conversation